cervelloMi sembra proprio che sia arrivato il momento di chiamare il rottamatore.

– Pronto?

– Pronto, ciao Rogelio. Sono Ruphus.

– Ciao Ruphus, come butta?

– Eh, si tira avanti. Una domanda: ma tu rottami solo macchine?

– Che, vuoi scherzare? Macchine, motorini, camioncini, sidecars, tutto. Che c’hai, un elicottero?

– No no, pensavo che magari era ora di rottamare il mio cervello. Me lo ritiri?

– Il tuo cervello? Sei matto? Ma se lo sanno tutti che è da buttare. Che ci faccio io con un cervello da buttare? Manco un paio di neuroni si riesce a recuperarci.

– Che dici, Rogelio? Ma se siamo amici, lo sai che è quasi nuovo, usato pochissimo…

– Guarda, piuttosto che pigliarmi il tuo cervello mi prendo il buco del culo di José il parrucchiere. Che magari lo riciclo come canotto. Ma col tuo cervello, dimmi tu, che ci faccio?

– Rogelio…

– Senti, piuttosto. Sono riuscito a recuperare due carburatori asimmetrici di una Simca del ’74. Che dici, ti interessano?

– Non lo so Rogelio.

– Sono ormai introvabili, lo sai.

– Magari domani passo a vederli.

– Ecco, bravo. A domani.

– Ciao Rogelio.

– Ciao.

scabbiaTre cose a caso che non mi piacciono, non le posso soffrire, mi fanno schifo. Tutt’e tre hanno a che fare con il culo.

1. Le emorroidi (non servono spiegazioni, vero?)

2. Quando nei films porno viene inquadrato il buco del culo degli attori maschi

3. Quando nei films porno viene inquadrato il buco del culo degli attori maschi, e hanno le emorroidi (orrore!)

Cambiando prospettiva, una cosa a caso che non mi piace, non la posso soffrire, mi fa schifo, ma che non c’entra direttamente con il culo è il cosiddetto “profumo” Patchouli, di cui gli hippies, e anche molti non-hippies, adorano inzupparsi. È veramente una cosa nauseabonda, intollerabile. Puah.