videocracyStasera mi sono visto Videocracy, di Erik Gandini. Ciò mi ha permesso in primo luogo di accostare delle facce a dei nomi che avevo scorso un paio di anni fa su repubblica.it, all’epoca di vallettopoli. Non vivendo in Italia e non avendo televisione, e fregandomene di tutte queste cose, di vallettopoli e dei personaggi coinvolti non avevo capito una minchia. Per cui stasera ho scoperto che: 1) Lele Mora è un signore oscenamente brutto, che ricorda un po’ troppo il cattivo diabolico di Lost Highway, e che probabilmente pippa più borotalco che cocaina; borotalco finissimo, leggerissimo e profumatissimo – 2) Fabrizio Corona è uno che spacca davvero, uno che va al massimo; ma lo fa per soldi, fa una fatica bestia, e non ride mai, peccato per lui – 3) l’Italia di oggi si può permettere ricchi ed aspiranti ricchi strepitosamente di merda – 4) sto proprio bene dove sto.

<B>Mystery Man</B> di <I>Lost Highway</I> vs. <B>Lele Mora</B>

Mystery Man di Lost Highway vs. Lele Mora

Però a me il fatto che questo Erik Gandini, svedese, venga a fare il brillante e a sindacare quello che succede in Italia, e a farci i film sopra, non è che mi sembra proprio bello. Sicuramente anche in Svezia avranno qualche magagna di cui parlare, no? Vogliamo parlare dei diritti del popolo Sami? [vedi qui] Vogliamo dirlo che in Svezia il rischio di una donna di morire per complicazioni della gravidanza o del parto è di un caso ogni 17.400? [vedi qui] Vogliamo parlare del fatto che in Svezia è vietato licenziare un prete anche se questo ha un’amante sposata? [qui] Ma lo sapevate che degli animalisti hanno fatto scudo con i loro corpi agli alci della riserva reale, e hanno impedito al re Carlo Gustavo di Svezia e ai suoi ospiti di proseguire la tradizionale battuta di caccia in una zona montagnosa nella Svezia centrale? [qui per approfondire] Così, tanto per dire…

Annunci